Fabio Rolfi: "Ridurre liste attesa coinvolgendo medici di base e pediatri"

Lombardia, vaccinazioni e meningite

C'è la necessità di coinvolgere medici e pediatri di famiglia, per favorire un accesso più ordinato alle vaccinazioni

Stampa Home
Articolo pubblicato il 21/02/2017 alle ore 17:42.
Lombardia, vaccinazioni e meningite
Lombardia, vaccinazioni e meningite

Il Presidente della Commissione Sanità del Pirellone, Fabio Rolfi a confronto con l'assessore Gallera ha fatto il punto della situazione, ribadendo la necessità di coinvolgere medici e pediatri di famiglia per favorire un accesso più ordinato ai vaccini.
"Saluto con favore il tavolo di confronto voluto oggi dall’Assessore Gallera con i massimi esperti lombardi, anche al fine di evidenziare come non esista nessuna emergenza meningite, ma allo stesso tempo per migliorare i servizi e le risposte di Regione Lombardia in materia di prevenzione e vaccinazioni - ha spiegato Rolfi - È necessario però potenziare la rete dei servizi in materia di vaccinazioni perché liste di attesa che arrivano al 2019 non sono accettabili, anche nel caso esistesse una richiesta eccessiva da parte delle famiglie. Proprio per questo motivo ribadisco la necessità di coinvolgere medici e pediatri di famiglia, per favorire un accesso più ordinato alle vaccinazioni, come previsto anche da un ordine del giorno recentemente approvato dal Consiglio regionale. Ciò consentirebbe di moltiplicare i punti di accesso ai vaccini, usufruendo anche di un canale più confortevole per le famiglie. L’integrazione dei servizi e il potenziamento della medicina di base, anche nell’ambito della prevenzione di cui le vaccinazioni sono una parte essenziale, sono due principi cardine della riforma della legge 23 del 2015, che possono essere realizzati anche concretizzando questa proposta".

Territori

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica