Votata all'unanimità la mozione presentata da Enrico Brambilla

Roncello, K-flex: la Regione chiede stop ai licenziamenti

Chiesta anche una verifica di come l'azienda ha speso i 12milioni arrivati dal finanziamento pubblico

Stampa Home
Articolo pubblicato il 15/02/2017 alle ore 10:25.
Roncello, K-flex: la Regione chiede stop ai licenziamenti 3
I lavoratori K-flex sotto la sede di Assolombarda

Con voto unanime il Consiglio regionale ha dunque votato il testo proposto da Enrico Brambilla (PD, primo firmatario) e sottoscritto da tutti i capigruppo di maggioranza e minoranza. Il documento chiede inoltre un'opera di moral suasion sulla responsabilità sociale dell'azienda per i riflessi sull'occupazione in Brianza visti anche gli ingenti finanziamenti pubblici ottenuti dal Ministero per lo sviluppo economico (12 milioni di euro a partire dal 2013, di cui 1 milione a fondo perduto) e alla luce di 320 milioni di euro di fatturato con l'obiettivo di superare i 500 milioni nei prossimi anni.

Martedì durante l'incontro in Assolombarda, Marta Spinelli, figlia del patron Amedeo, ha ribadito la volontà di licenziare 187 lavoratori oltre a confermare di "aver utilizzato i fondi del Ministero per consolidare la propria azienda all'estero", come affermato dal sindaclista Femca Cisl, Domenico Frustagli.

Tags: k-flex,Roncello,licenziamenti,regione

Territori

Cronaca

Cultura

Economia

Sanità

Politica